Stati Generali sulle Disabilità intellettive e disturbi del Neurosviluppo: Anffas Abruzzo continuerà con ancora più motivazione e obiettivi ancora più chiari il suo impegno a tutela e promozione dei diritti delle persone con disabilità e le famiglie del territorio, sempre in rete con le Istituzioni, Enti e Terzo Settore.

Gli Stati Generali sulle Disabilità intellettive e disturbi del Neurosviluppo che si sono tenuti in Abruzzo lo scorso 8 febbraio hanno lasciato un segno nella nostra regione.

Una giornata intensa in cui, uno dopo l’altro, gli interventi degli autorevoli relatori, le tematiche centrali affrontate, i focus sulle specifiche istanze ed esigenze del territorio, le diverse prospettive nella Tavola Rotonda, la voce degli Autorappresentanti, le parole del Ministro della Disabilità, ci hanno accompagnato fino alle conclusioni del nostro Presidente.

Per tutti i presenti in sala, per quanti hanno partecipato da remoto, per quanti hanno seguito sui social ogni momento dell’evento e visto quanto riportato dagli organi di stampa, spero che questo mio “racconto” possa comunque aggiungere qualcosa, enfatizzare il valore di ogni singolo momento della giornata e permettermi allo stesso tempo di ringraziare, a nome di tutte le Anffas abruzzesi, quanti si sono prodigati per l’organizzazione e la buona riuscita dell’evento.

Voglio raccontarvi di una sala che è andata riempiendosi minuto dopo minuto, di un pubblico variegato, attento e partecipe.

In fondo alla sala, l’esposizione dei lavori e dei progetti più significativi e rappresentativi di tutte le Anffas d’Abruzzo. Non una scelta scenografica ma un ulteriore modo, concordato tra tutte le realtà Anffas di Abruzzo e Molise, di valorizzare le peculiarità e le eccellenze del territorio, le competenze e i talenti delle persone con disabilità, la creatività e la collaborazione tra tutte le sedi.

Al tavolo dell’accreditamento le instancabili collaboratrici e volontarie della Fondazione Anffas Pescara ma anche i giovani volontari del servizio civile universale: forse intimiditi ma entusiasti e coscienti di stare prendendo parte ad un evento importantissimo per le persone con disabilità .

Altri giovani o “storici” collaboratori e collaboratrici delle Anffas del territorio sono presenti accanto agli autorappresentanti e alle famiglie, cogliendo come sempre l’occasione di fare rete anche con le altre numerose realtà presenti in sala.

A moderare i lavori è la giornalista Angela Trentini, caposervizio TGR Abruzzo, a cui rinnovo il ringraziamento per la disponibilità, per la professionalità e per il sincero e appassionato interesse per le tematiche affrontate.

L’apertura dei lavori è affidata al Presidente Roberto Speziale che ricorda il vero significato degli “Stati Generali” e sottolinea dunque l’importanza e il valore peculiare dell’evento.

I saluti delle Autorità: Arcivescovo Mons. Tommaso Valentinetti, e del Sindaco di Pescara, Carlo Masci e dei numerosi rappresentanti delle Istituzioni regionali e locali e degli Enti e rappresentanti del Terzo Settore presenti in sala o di tanti altri che non hanno fatto mancare un messaggio di plauso per la giornata, hanno sottolineato l’attenzione e la stima per Anffas tutta e le reti di collaborazione che quotidianamente cerchiamo di mantenere e potenziare.

Da remoto gli interventi dei Presidenti nazionali di Fand e Fish, Nazaro Pagano e Vincenzo Falabella hanno da subito introdotto temi centrali, poi ripresi ed approfonditi nel corso dei lavori.

La partecipazione del Ministro, on. Alessandra Locatelli ha dato ancora più valore all’evento e, al tempo stesso, il suo caloroso saluto ha amplificato l’attenzione e l’emozione di tutti gli interventuti, a partire dalle tante persone con disabilità, caregiver e famiglie presenti.

Durante gli interventi sui “Diritti delle persone con disabilita intellettive e disturbi del neurosviluppo e dei loro familiari in Abruzzo” degli avvocati Alessia Maria Gatto e Corinne Ceraolo Spurio, entrambe componenti del Centro Studi Giuridici e Sociali di Anffas Nazionale e Valentina Di Bonaventura, Consulente Anffas Regione Abruzzo, una platea attenta, quasi rapita dell’ excursus sulle norme ed interessata ai focus più prettamente regionali. La qualità degli interventi mi è stata più volte ribadita anche nei momenti successivi della giornata da numerosi e autorevoli intervenuti e dai partecipanti. Ringrazio gli avvocati non solo per la chiarezza espositiva, ma soprattutto per tutto il lavoro preparatorio, anche di rielaborazione, di quanto rilevato dal livello regionale con la base associativa. Per tale lavoro propedeutico ringrazio in particolare la presidente di Anffas Sulmona Emanuela Pasquali, il tecnico fiduciario Paolo D’Angelo e la collaboratrice Stefania Massacese.

Numerose le richieste, successive all’evento, di approfondire con specifiche giornate formative il tema del progetto individuale e partecipato e l’utilizzo del software Matrici.

La normativa regionale abruzzese, e nello specifico la programmazione sanitaria e sociale della Regione, è stata al centro degli interventi di Nicoletta Verì, Assessore alla Sanità e Pietro Quaresimale, Assessore alle Politiche sociali i quali hanno focalizzato l’attenzione sugli aspetti peculiari della nostra Regione e riportato quanto si sta attuando e programmando relativamente alle persone con disabilità.

A seguire un focus specifico sull’inclusione scolastica con Massimiliano Nardocci, Direttore Generale Ufficio Scolastico Regionale per l’Abruzzo e Giuliano Bocchia, dirigente tecnico USR Abruzzo referente per l’inclusione e scuola in ospedale. I dati e la situazione attuale illustrata sono stati da stimolo per riflessioni e proposte su una tematica che non riguarda solo gli alunni con disabilità ma tutta la società.

Un ringraziamento speciale allo staff di Anffas Nazionale per averci supportato in tutte le fasi della realizzazione di questo evento con disponibilità e professionalità.

Un plauso ai collaboratori del Centro Servizi Volontariato che hanno messo a disposizione le loro competenze per supportarci tecnicamente nella diretta streaming e al direttore e allo staff del Mood Hotel in ogni momento attenti e estremamente disponibili per ogni esigenza in una location apprezzata da ognuno dei partecipanti.

Mentre i lavori procedevano, in un’altra sala un delegazione di Autorappresentanti delle realtà locali abruzzesi, con i loro facilitatori, si incontrava in vista dell’importante momento su cui avevano lavorato nelle ultime settimane: la consegna del loro documento di richieste, in linguaggio facile da leggere e da capire, ai referenti della Regione e al Ministro , On. Alessandra Locatelli.

Così nel rispetto dell’orario di programma (come si era auspicato) il momento tanto atteso è arrivato. L’emozione di questo momento è difficile da descrivere . Una sala gremita ma immobile e muta davanti alla forza e alla verità delle richieste. Un documento lucido e diretto” come lo ha commentato una delle partecipanti nelle ore successive.

Non era scontato, non si arriva a un tale momento se il lavoro sull’autoderminazione non è quotidiano, serio, convinto e per questo ringrazio tutti i facilitatori dei gruppi di autorappresentanza locali già esistenti da tempo e sono certa che quelli che si costituiranno faranno tesoro di un tale traguardo lavorando sempre per sostenere (e mai sostituire) le persone con disabilità.

Il documento, come da scelta condivisa tra tutte le Anffas d’Abruzzo, è stato riportato su carta fatta a mano dalle persone con disabilità del laboratorio Experimenta di Anffas Ortona, perché prezioso era il contenuto e prezioso doveva essere il “contenitore”.

Sul significato e il valore profondo di quanto richiesto dagli autorappresentanti non voglio aggiungere altro rispetto a quanto subito dichiarato dal Ministro: “Non sto lavorando per voi ma con voi, con le vostre associazioni e le vostre famiglie” ,in apertura del suo intervento che ha magistralmente concluso la prima parte dei lavori .

Prima della pausa, il dono fatto al Ministro di un mosaico policromo realizzato dai MastriArtigiani di Anffas Pescara , raffigurante le donne Abruzzesi . Un dono scelto da tutte le Anffas per valorizzare anche in questo caso le abilità e le competenze artistiche delle persone con disabilità ma anche i simboli e la cultura del nostro territorio, facendone omaggio ad una donna anch’essa “forte e gentile”.

Nel pomeriggio i lavori sono ripresi con la Tavola Rotonda : Raimondo Pascale e Tobia Monaco, Dipartimento Lavoro e Sociale Regione Abruzzo, Gianguido D’Alberto, Presidente Anci Abruzzo, Daniela Arcieri Mastromattei, UVM ASL Pescara, Federica Civico, Azienda Speciale Comune di Montesilvano, Marco Stornelli, Commissario FAND Abruzzo, Casto Di Bonaventura, Presidente Centro Servizi Volontariato Abruzzo, Vittorio Morganti, Coord. Aism Abruzzo, Mariangela Cilli, Segretario Ass.ne Carrozzine determinate, Tiziana Arista, Presidente Cosma Odv, Maria Cristina Falone, UIL Abruzzo, Giovanni Notaro, Segretario Generale CISL Abruzzo, Loretta Del Papa, Responsabile Salute Mentale CGIL Abruzzo e Molise. La presenza, la squisita disponibilità e la concreta collaborazione di ognuno sono state sono state parti fondamentali dell’ingranaggio che ha mosso la macchina di questi Stati Generali.

Anche a loro un omaggio da parte di tutte le Anffas d’Abruzzo con una creazione artistica delle persone con disabilità di Anffas Avezzano, una candela di cera d’api raffigurante la Rosa blu, simbolo di Anffas.

Questi Stati Generali hanno certamente rappresentato un’esperienza stimolante per la quantità e la qualità dei contenuti ed allo stesso tempo coinvolgente per l’intensità delle emozioni.

Ringrazio Emilio Rota, presidente della Fondazione Nazionale Anffas Durante e Dopo di Noi, Giandario Storace, presidente del Consorzio Nazionale “La Rosa Blu” i consiglieri nazionali e componenti della giunta esecutiva e rappresentanti delle Anffas , che hanno voluto raggiungere l’Abruzzo per tale importante evento.

Grata anche per la targa di riconoscimento ricevuta da parte di Anffas nazionale in segno di gratitudine per l’impegno profuso nel dare voce attraverso gli Stati Generali alle istanze delle persone con Disabilità intellettive e disturbi del Neurosviluppo, ai loro familiari ed alle Anffas del territorio”.

Il ringraziamento più grande non può che andare al presidente Roberto Speziale per non aver fatto mancare, ancora una volta, il suo sostegno e la sua presenza e per averci guidato ed accompagnato anche in questa occasione, rinnovando la stima per il lavoro di Anffas Abruzzo.

Lo ringrazio soprattutto per il suo intervento conclusivo che apre nuove importanti prospettive e ci richiama all’impegno più profuso per “portare a casa, qui nella Regione Abruzzo, gli obiettivi che condividiamo, essendo capaci di andare controspinta come solo il Terzo Settore può fare”.

Da qui, Anffas Abruzzo continuerà con ancora più motivazione e obiettivi ancora più chiari il suo impegno a tutela e promozione dei diritti delle persone con disabilità e le famiglie del territorio, sempre in rete con le Istituzioni , Enti e Terzo Settore.

Maria Pia Di Sabatino

Presidente Anffas Regione Abruzzo

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi.