Progetto ‘Abruzzo per tutti’, a Pescara il corso sul linguaggio facile da leggere

Procede a grandi passi ‘Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva’, presentato lo scorso 25 ottobre a Pescara. Il progetto, gestito da Anffas Abruzzo in collaborazione con le sedi Anffas di Ortona, Pescara, Martinsicuro e Sulmona e finanziato dalla Regione Abruzzo, mira a promuovere una fattiva convergenza tra le persone con disabilità intellettiva e il territorio, favorendo la conoscenza delle risorse ambientali, artistiche e culturali ed evidenziando al contempo la qualità delle esperienze degli stessi giovani e adulti con disabilità.

Dopo l’evento di presentazione e i primi incontri formativi sul territorio, il 14 e 15 novembre la sede di Anffas  Pescara ha ospitato il corso di formazione ‘Disabilità intellettive ed accesso alle informazioni: il linguaggio facile da leggere’. “Nell’ottica dello sviluppo di una educazione di qualità, equa ed inclusiva – sottolinea Maria Pia Di Sabatino, presidente di Anffas Abruzzo -, il corso rappresenta un passaggio fondamentale del progetto”.

 

Perché è importante il ‘linguaggio facile da leggere’? E quali sono gli strumenti più efficaci per rendere le informazioni facili da capire? Partendo da queste domande, e facendo costante riferimento alle linee guida di Inclusion Europe ‘Informazioni per tutti’, le formatrici hanno illustrato alle 24 persone selezionate dalle 4 sedi Anffas, agli operatori e volontari ed agli alunni e insegnanti delle scuole partner, l’importanza di queste tematiche per una fattiva inclusione sociale.

La parte teorica, sempre interattiva e volta a coinvolgere tutti i presenti, è stata seguita da esercitazioni di gruppo dove i partecipanti, affiancati da volontari e operatori, hanno dato applicazione pratica alle stesse nozioni, elaborando contenuti facili da leggere e da comprendere. Anche nel corso della seconda giornata di formazione, focalizzata sui temi ‘Non scrivete su di noi senza di noi’ e ‘Insegnare può essere facile’, la suddivisione in piccoli gruppi ha reso in concreto quanto suggerito dalle linee guida, trovando una puntuale convergenza rispetto agli obiettivi iniziali.

“E’ importantissimo – spiega Maria Pia Di Sabatino – che quanto espresso dalle linee guida abbia trovato immediato riscontro anche nella pratica, con i ragazzi autori e al tempo stesso fruitori di un prodotto inclusivo e utile per la comunità”.

 “E’ stato molto interessante – confermano i partecipanti -, ogni gruppo si è concentrato su una delle città selezionate per il progetto, e dopo aver ricercato informazioni e immagini, abbiamo abbozzato delle mini-guide comprensibili e leggibili da tutti”. Ma non è tutto, visto che oltre alle attività in aula le due giornate sono state utili anche per rafforzare lo spirito di gruppo e le relazioni sociali tra le persone coinvolte. “E’ stato bellissimo incontrarci qui a Pescara – aggiungono -, pranzare tutti insieme e trascorrere tanto tempo in compagnia. Siamo felici ed entusiasti di iniziare questo percorso!”  

 “Ci tengo a ringraziare le formatrici Erica Pontelli, Francesca Stella e Maria Cristina Schiratti – conclude la presidente di Anffas Abruzzo -, che tra l’altro riveste anche il ruolo di consigliera nazionale Anffas”.

Il progetto, di durata annuale, proseguirà nei prossimi mesi con nuovi incontri di formazione, visite guidate sul territorio e con la produzione di materiali informativi da distribuire nel corso di eventi fieristici per promuovere le bellezze dell’Abruzzo in tutto il mondo.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi