COMUNICATO STAMPA Anffas onlus Pescara in festa per i 25 anni di attività!


Pescara, 10 dicembre 2019

Anffas onlus Pescara compie quest’anno venticinque anni di attività.

Venticinque anni nel territorio al fianco delle persone con disabilità e delle loro famiglie. Dal 1994 tante persone, famiglie, storie, sogni, progetti e obiettivi si sono susseguiti e intrecciati creando legami forti e imprescindibili per un’associazione di famiglie quale Anffas è.

Anffas vuole cogliere l’occasione di questo anniversario per raccontare le tappe e le storie di famiglie e volontariato e vuole farlo come sempre con l’entusiasmo e la partecipazione attiva delle persone con disabilità.

Per questo, ha organizzato una grande giornata di Festa per tutti, Famiglie, Amici, Volontari, Scuole, Enti, Istituzioni, Associazioni del territorio e quanti vorranno celebrare insieme questo traguardo.

L’evento si terrà giovedì 19 dicembre al teatro Flaiano dove la Mostra mercato delle opere ed oggetti realizzati nel laboratorio di artigianato dai Mastri Artigiani di Anffas onlus Pescara sarà visitabile dalle ore 9,30 alle 13,30 e dalle 15,30 alle 19,30 mentre in sala si susseguiranno interventi di sensibilizzazione e performance artistiche sia la mattina che il pomeriggio.

Il convegno-spettacolo della mattina sarà rivolto in particolare agli alunni delle scuole di Pescara e provincia con il seguente programma:

·      Spettacolo di danza, a cura dell’associazione Mousikè del maestro Luciano Cupido (progetto “Senza confini” – con il contributo della Fondazione Pescarabruzzo- bando erogazioni 2019);

·      Saluto della Presidente di Anffas onlus Pescara, Maria Pia Di Sabatino

·      Video racconto dei 25 anni di Anffas onlus Pescara

·      Intervento del Presidente Anffas onlus nazionale, Roberto Speziale, sul tema dell’inclusione scolastica,

·      Interventi degli autorappresentanti sul tema del bullismo

·      Performance di musica a percussione africana degli “AfricAnffas”, guidati dal maestro Pino Petraccia.

Alle ore 16,30, l’evento riprende con la simpatia dell’amico di sempre di Anffas Pescara  ‘Nduccio che accompagnerà il pubblico nel ricco spettacolo pomeridiano che avrà il seguente programma:

·      Apertura con lo spettacolo di danza “Baciata da un alieno” de “I Bludance” con la regia e coreografia di Pietro Nicotri,

·         Intervento del Presidente nazionale Anffas onlus, Roberto Speziale, sulla mission associativa. Interverranno anche Emilio Rota, Vice presidente vicario e Presidente della Fondazione nazionale Dopo di noi Anffas onlus e Salvatore Parisi, vicepresidente Anffas onlus.

·      Performance dei bambini del progetto “Cittadella dell’infanzia” (finanziato dalla Fondazione “con i bambini”),

·      Interventi delle Autorità.

·      Consegna delle targhe di riconoscimento a coloro che negli anni si sono distinti per il sostegno e il grande contributo per le attività associative.

Il pomeriggio si chiuderà in musica con la performance degli “AfricAnffas” e con un brindisi per tutti e il taglio della torta. Anffas onlus Pescara vi aspetta numerosi!

Guarda la locandina/programma.

COMUNICATO STAMPA ANFFAS NAZIONALE – OLTRE 300 PARTECIPANTI AL CONVEGNO “DISABILITÀ RARE E COMPLESSE. SOSTEGNI PER L’INVECCHIAMENTO ATTIVO E PER LA QUALITÀ DELLA VITA DELLE PERSONE CON DISABILITÀ E DEI LORO FAMILIARI”

Convegno “Disabilità Rare e Complesse. Sostegni per l’invecchiamento attivo e per la qualità della vita delle persone con disabilità e dei loro familiari”

Questi i temi affrontati nel corso del convegno organizzato da Anffas esvoltosi il 2 e 3 dicembre a Roma. Un evento che ha visto la presenza di oltre 300 partecipanti, provenienti da tutte le parti d’Italia e che, grazie a relatori di altissimo profilo, ha consentito ad Anffas di approfondire queste delicate e cogenti tematiche. L’obiettivo dichiarato era quello di predisporre soluzioni operative ed innovative mirate a garantire e tutte le persone con disabilità e loro familiari adeguati sostegni in tutte le fasi della vita.

La persona al centro: al centro dei servizi, al centro dei sostegni, al centro della ricerca ma soprattutto al centro della propria vita con il diritto a richiedere ed ottenere il proprio progetto individuale. Dai lavori del convegno, all’interno del quale è stato riservato un ampio spazio alle dirette testimonianze delle persone con disabilità e dei familiari è emersa forte l’indicazione per tutte le famiglie, soprattutto per quelle più giovani, di prepararsi ad affrontare il periodo della senilità, sia propria che dei familiari con disabilità, nel modo più precoce possibile organizzando il “Dopo di Noi” a partire dal “Durante e con Noi”.

L’evento è stato anche l’occasione per celebrare la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità soffermandosi sul tema che le Nazioni Unite hanno indicato per la giornata del 3 dicembre “Promuovere la partecipazione delle persone con disabilità e la loro leadership: agire sull’Agenda di Sviluppo 2030” ma allo stesso tempo ribadendo l’auspicio che giornate come questa non si traducano in mere passerelle o dichiarazioni di circostanza ma in impegni concreti per vedere finalmente riconosciuti e concretamente attuati i diritti civili umani e sociali  sanciti dalla Convenzione Onu a favore delle persone con disabilità e dei loro familiari.

Nel corso dei lavori sono stati poi affrontati temi quali: le disabilità rare e complesse; i sostegni necessari per le persone nello spettro autistico adulte ed a basso funzionamento; la comorbilità psichiatrica e organica e i metodi di prevenzione e uso dei farmaci; il “Durante ed il Dopo di Noi” e la legge 112/2016; i sostegni per l’invecchiamento attivo e per la qualità di vita delle persone con disabilità e per i loro familiari.

Ampio spazio è stato dato anche alla presentazione del nuovo progetto (in fase di avvio) di Anffas Nazionale “Liberi di scegliere… dove e con chi vivere”. Progetto questo che si prefigge di modellizzare la corretta ed innovativa applicazione della legge 112/2016 utilizzando il sistema informatico di progettazione individualizzata e valutazione multidimensionale di Anffas denominato “Matrici Ecologiche e dei Sostegni”.

Particolarmente significative sono state anche le numerose buone prassi e prassi promettenti illustrate dalle varie strutture associative Anffas del territorio e che hanno riguardato in particolare: l’abitare in autonomia e progressivo distacco dalla famiglia di origine; percorsi inclusivi e di vita indipendente; iniziative di contrasto al bullismo e di formazione nelle scuole anche grazie al linguaggio “Easy to Read” (facile da leggere e da capire); iniziative a sostegno delle persone con disabilità per garantire il loro diritto all’autodeterminazione e per promuovere la Piattaforma degli Autorappresentanti. Altro spazio significativo è stato quello dedicato a “parlano le famiglie” attraverso il loro, spesso toccante, racconto di storie di vita vissuta. Storie di vita che hanno messo in risalto il ruolo dei caregiver e dei Siblings e di come questo grande tema e straordinaria risorsa non sia ancora né adeguatamente riconosciuta né tantomeno sostenuta.

“Questa è stata l’ennesima occasione per dimostrare come in Anffas ci siano sapienza, conoscenza, valori, etica, e competenza” dichiara Roberto Speziale, presidente nazionale Anffas. Un patrimonio questo che Anffas pone, generosamente, a disposizione dell’intera collettività per contribuire ad necessario cambiamento di approcci e paradigmi culturali ma allo stesso tempo costruendo proposte innovative e soluzioni sostenibili in grado di modificare l’attuale e, sempre più incerto, sistema”.

“Tutti gli interventi di queste giornate di intenso lavoro sono stati caratterizzati da uno spirito positivo e costruttivo, pur in un quadro di indubbia complessità e pieno di incertezze ed inefficienze. Anffas costantemente e concretamente opera, infatti, per contribuire a costruire un futuro migliore, un futuro nel quale la persona sia realmente al centro e tutti si possa vivere in una società nella quale nessuno viene lasciato indietro” continua il presidente “obiettivi questi che Anffas sta perseguendo con convinzione a tutti i livelli e che rispecchiano perfettamente quanto sancito sia dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile fissati dall’Agenda 2030 sia dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità”.

“Ancora una volta, quindi” prosegue il presidente “attraverso una straordinaria e condivisa partecipazione della base associativa Anffas mette in campo dei fatti, rendendo concreti progetti di vita, servizi e sostegni adeguati alla persona, promuovendo contesti inclusivi che non vedano la persona solo come un numero, battendosi per leggi e normative che vadano a sostegno reale delle persone con disabilità e delle loro famiglie e contrastando tutto ciò che va nella direzione opposta. È, inoltre, per tutti noi motivo di orgoglio e felicità avere segni tangibili di riconoscimento di questo nostro impegno e colgo qui l’occasione di ringraziare di cuore il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che ci ha onorato della sua presenza la sera del 2 dicembre al Teatro Ambra Jovinelli per assistere allo spettacolo, di cui Anffas è charity partner, “Pesce d’Aprile”, di e con Cesare Bocci. Ringrazio sentitamente, inoltre, il Capo della Polizia Franco Gabrielli ed il Sen. Pietro Grassosocio onorario di Anffas, che anche in questo appuntamento hanno voluto essere presenti”.

Ricordiamo inoltre che hanno portato i propri saluti anche il presidente Fish Vincenzo Falabella, Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Terzo Settore, e la Fondazione Telethon con Rodolfo Schiavo. Un particolare apprezzamento va al contributo ed ai saluti portati dal Sindaco di Rivarolo Canavese – Alberto Rostagno – che ha voluto testimoniare il valore sociale che la Fondazione Anffas “Comunità La Torre” rappresenta per l’intera comunità Rivarolese e di come negli anni sia radicalmente mutata la percezione dell’intera comunità rispetto alle persone con disabilità, con indubbio beneficio per tutti. Significativa anche la presenza del rappresentante delle Conferenza delle Regioni, Luigi Mazzutto che ha messo in risalto la necessità di accelerare il percorso di integrazione socio sanitaria anche utilizzando al meglio le risorse del fondo nazionale per le non autosufficienze e per le politiche sociali.

Tutti gli aggiornamenti sull’evento e gli atti del convegno saranno a breve disponibili sul sito Anffas www.anffas.net nella sezione dedicata.

                                                                                                                                                                                                                                            Roma, 4 dicembre 2019

Area Relazioni Istituzionali, Advocacy e Comunicazione Anffas Nazionale

comunicazione@anffas.net

06.3212391 – 063611524

Anffas onlus Lanciano: conferenza stampa Progetto “A.P.E.”

Si terrà oggi, 25 novembre alle ore 11, 00 presso l’Anffas onlus di Lanciano la conferenza stampa in merito al progetto “APE” finanziato dalla Regione Abruzzo e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali (Finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozioni sociale per la realizzazione di attività di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del Terzo Settore -anno 2018.

“La finalità dell’iniziativa- spiega Anffas onlus Lanciano- è quella di creare un servizio che abbia come destinatari i pre-adolescenti e gli adolescenti , nonché i giovani adulti con disabilità intellettiva, i quali per le loro caratteristiche , non necessitano di servizi ad alta protezione , ma di interventi a supporto dello sviluppo di abilità utili a creare consapevolezza , autodeterminazione , autostima e maggiori autonomie spendibili per il proprio futuro, nell’ambito del contesto familiare, sociale ed occupazionale.”

Per approfondire, vedi scheda progetto: https://www.anffaslanciano.it/progetti/

“Disabilità Rare e Complesse. Sostegni per l’invecchiamento attivo e per la qualità della vita delle persone con disabilità e dei loro familiari”

Anffas Nazionale, con il supporto del Consorzio La Rosa Blu, in occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità del 3 dicembre, organizza il 2 e 3 dicembre p.v. a Roma, presso L’hotel Radisson Blu, il Convegno annuale “Disabilità Rare e Complesse. Sostegni per l’invecchiamento attivo e per la qualità della vita delle persone con disabilità e dei loro familiari”: temi, quelli delle disabilità rare e complesse e dell’invecchiamento, che Anffas sta trattando e approfondendo con l’obiettivo di predisporre soluzioni operative ed innovative mirate a garantire e tutte le persone con disabilità e loro familiari adeguati sostegni in tutte le fasi della vita.

Nello specifico, il 2 dicembre si approfondirà il tema delle disabilità rare e complesse con la presenza di relazioni di esperti tra cui il Prof. Bruno Dallapiccola, Genetista e Direttore Scientifico Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, il Prof. Lucio Moderato, Psicologo, Psicoterapeuta e Direttore Servizi Innovativi per l’Autismo della Fondazione Istituto Sacra Famiglia Onlus, il Dott. Roberto Keller, medico psichiatra, neuropsichiatra infantile, psicoterapeuta, docente presso la scuola di specializzazione in Psicologia clinica Università di Torino, referente Centro regionale Disturbi spettro autistico in età adulta regione Piemonte dirigente medico Dipartimento di Salute mentale ASL Città di Torino e il Dott. Serafino Corti, Psicologo, dottore di ricerca e analista del comportamento presso la SIACSA, Direttore del Dipartimento delle disabilità presso La Fondazione Istituto Ospedaliero di Sospiro Onlus, collaboratore presso l’Università Cattolica di Brescia e membro del Consiglio Direttivo di SIDin e della Fondazione Italia per l’autismo (FIA).

Il 3 dicembre si affronterà invece il tema dell’invecchiamento della persone con disabilità e delle loro famiglie con la presenza di relatori esperti dell’argomento come il dott. De Vreese Luc Pieter, medico psicogeriatra, esperto in disturbi comportamentali e cognitivi dell’anziano e Dirigente Medico Dpt Cure Primarie UO “Salute Anziani” presso A.USL Modena, l’Avv. Gianfranco de Robertis, Consulente Legale Anffas Onlus, il dott. Marco Bollani, Direttore Coop. Soc. Come Noi a m. Anffas e referente Fondazione Dopo di Noi Anffas su vita indipendente e abitare in autonomia, il Dott. Tiziano Gomiero, ricercatore e formatore Assessment e interventi psicosociali nelle demenze e disabilità intellettive, coordinatore del progetto di ricerca DAD (Down, Alzeimer, Disease) di Trentino Anffas Onlus, il Prof. Luigi Croce, Presidente Comitato Tecnico Scientifico Anffas Onlus, Psichiatra e Professore c/o l’Università Cattolica di Brescia, la dott.ssa Roberta Speziale, Psicologa, formatrice e consulente di Anffas Onlus Nazionale e la dott.ssa Chiara Canali, Psicologa e psicoterapeuta, formatrice di Anffas Onlus Nazionale e Case Manager di Anffas Onlus Massa Carrara.

Nel corso delle due giornate sarà dato spazio ad interventi predefiniti al fine di apportare buone prassi e prassi promettenti nei servizi Anffas sui processi di presa in carico nelle disabilità rare e complesse e processi di invecchiamento attivo delle persone con disabilità dei loro familiari della loro qualità di vitae di particolare interesse sarà lo spazio dedicato alle testimonianze, ai quesiti e al dibattito delle famiglie Anffas che avranno la possibilità di confrontarsi con i professinionisti presenti.

Per conoscere il programma dettagliato dell’evento è possibile scaricare la brochure cliccando qui

Nella serata del 2 dicembre Anffas omaggerà i partecipanti al Convengo con un momento di intrattenimento teatrale dal titolo “Pesce D’Aprile” di e con Cesare Bocci e Tiziana Foschi previsto alle ore 21.00 presso il Teatro Ambra Jovinelli.
 

ATTENZIONE: informiamo che il Teatro Ambra Jovinelli ha autorizzato un numero limitato di posti in sedia a rotelle e pertanto, qualora ci fosse questa necessità, è necessario contattare la Segreteria Organizzativa di Anffas (di cui di seguito sono indicati i contatti)

Per tutte le info:

http://www.anffas.net/it/news/12713/disabilita-rare-e-complesse-sostegni-per-linvecchiamento-attivo-e-per-la-qualita-della-vita-delle-persone-con-disabilita-e-dei-loro-familiari/

È ON- LINE LA GUIDA TURISTICA DELL’ABRUZZO IN LINGUAGGIO “EASY TO READ”

Con grande orgoglio pubblichiamo la guida turistica scritta in linguaggio “easy to read” realizzata dalle persone con disabilità delle quattro Anffas protagoniste del progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”*: Anffas Martinsicuro, Anffas Ortona, Anffas Pescara e Anffas Sulmona.

Anffas Regione Abruzzo resta a disposizione per ogni maggiore informazione sul progetto e per la divulgazione della guida.

Buona lettura e buon viaggio attraverso le bellezze della nostra regione!

*Progetto  “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno– Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”, presentato da Anffas Regione Abruzzo in partenariato con Anffas onlus Martinsicuro, Anffas onlus Ortona, Anffas onlus Pescara e Anffas onlus Sulmona in riferimento all’Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attivita’ di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del terzo settore e finanziato dalla Regione Abruzzo- Dipartimento per la Salute e il Welfare – Servizio per la programmazione sociale e il sistema integrato socio sanitario.

COMUNICATO STAMPA: A Celano il 23 agosto le Anffas d’Abruzzo insieme per la  1^ Mostra mercato e laboratori interattivi

A Celano il 23 agosto le Anffas d’Abruzzo insieme per la 1^ Mostra mercato e laboratori interattivi

Un altro importante appuntamento per le Anffas abruzzesi in questa estate 2019.

Si terrà venerdì 23 agosto a Celano la 1^Mostra mercato e Laboratori interattivi a cura delle Anffas d’Abruzzo.

Una manifestazione in cui le associazioni Anffas esporranno i lavori e i prodotti dei diversi laboratori e presenteranno progetti e attività delle sedi locali, con la partecipazione attiva delle persone con disabilità. Le stesse terranno anche laboratori interattivi!

L’evento dal titolo Artigiani e Artigianalità, persone con disabilità protagoniste, con il patrocinio del Comune di Celano, si inserisce nel programma dei festeggiamenti sei SS. Martiri e si svolgerà dalle ore 9.00 alle 20.00 presso il Parco della Rimembranza (dietro il Castello).

Si tratta di una ulteriore occasione di inclusione – sottolinea Maria Pia Di Sabatino, Presidente Anffas Regione Abruzzo, – che vede le Anffas della nostra regione unite per favorire l’autorappresentanza e la valorizzazione dei talenti delle persone con disabilità.

Un ringraziamento alle Anffas locali e in particolare alla presidente di Anffas onlus Avezzano, Domenica Di Salvatore, il cui impegno è stato fondamentale per l’evento.

Un grazie speciale infine agli organizzatori, al comitato dei Santi Martiri e al Comune di Celano –conclude la Presidente– che ci offrono tale straordinaria opportunità.

                                                          Maria Pia Di Sabatino

                                                         Presidente Anffas Regione Abruzzo

A Pescara il 26 luglio l’evento finale del progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”

COMUNICATO STAMPA:

A Pescara il 26 luglio l’evento finale del progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno –  le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”

 

Si terrà venerdì 26 luglio 2019, presso la sede di Anffas Abruzzo in via Bernini n.15, l’evento finale del progetto ‘Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva’,

Il progetto presentato da Anffas Regione Abruzzo in partenariato con Anffas onlus Martinsicuro, Anffas onlus Ortona, Anffas onlus Pescara e Anffas onlus Sulmona in riferimento all’Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attività di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del terzo settore e finanziato dalla Regione Abruzzo- Dipartimento per la Salute e il Welfare – Servizio per la programmazione sociale e il sistema integrato socio sanitario è partito a settembre 2018 e giunge alla fase finale proprio in queste settimane.

Un percorso lungo e appassionante –racconta Maria Pia Di Sabatino, presidente Anffas Regione Abruzzo-  che già in sede di stesura della proposta progettuale ha visto impegnata una rete di attori che trova proficue convergenze proprio nei principi dell’inclusione e della qualità: Regione Abruzzo – Dipartimento Turismo, cultura e paesaggio- Ente Parco nazionale Abruzzo, Lazio e Molise- Comune di Pescara- Comune di Ortona- Comune di Martinsicuro- Comune di Sulmona- Associazione Mountain Wilderness Abruzzo- Liceo Artistico, musicale e coreutico “MI.BE.” di Pescara- Istituto tecnico per il Turismo “A. De Nino” di Sulmona- Istituto comprensivo statale “S. Pertini” di Martinsicuro- Istituto tecnico commerciale “L. Einaudi” di Ortona- Forum Terzo Settore Abruzzo- Anffas Onlus- CSV Pescara- CSV Chieti- Social Hub.

 

Dopo una necessaria fase formativa sui temi della comunicazione accessibile, le attività sono state strutturate ricercando un positivo interscambio tra le persone con disabilità intellettiva e il territorio per favorire la conoscenza delle risorse ambientali, artistiche e culturali ed enfatizzare la qualità delle esperienze degli stessi protagonisti.

Si sono quindi susseguite giornate di studio e visite guidate, che hanno anche contribuito a rafforzare le relazioni tra le persone con disabilità, gli operatori, i volontari, gli studenti e tutte le persone a vario titolo coinvolte nel progetto, creando una squadra coesa e centrata sull’obiettivo: la produzione di una guida dell’Abruzzo in linguaggio “easy to read” (facile da leggere e da capire), un prodotto innovativo e senz’altro utile per la comunità.

“Perché è dalla sinergia tra Enti che si possono determinare azioni mirate con progetti non limitatamente a singole categorie di persone ma rivolte all’intera comunità, come dimostra il frutto di questo progetto– sottolinea nell’introduzione alla guida il presidente della Regione Marco Marsilio-  Un lavoro di squadra in cui hanno giocato un ruolo di primo piano le persone con disabilità.”

 

La guida sarà presentata a Pescara nel corso dell’evento del 26 luglio dalle stesse persone con disabilità e da quanti hanno contribuito al progetto.

L’evento sarà l’occasione anche per conoscere l’importante strumento del linguaggio easy to read, attraverso l’intervento di Maria Cristina Schiratti, formatrice nazionale sul linguaggio “facile da leggere”.

La guida sarà poi distribuita nel corso di eventi e divulgata grazie all’importantissimo lavoro degli Enti e delle Istituzioni impegnate a veicolare l’immagine del nostro territorio attraverso i loro canali.

Questo progetto– evidenzia Roberto Speziale, presidente Anffas onlus nazionale- si è dimostrato un ulteriore importante tassello da aggiungere nel lavoro e nel percorso che Anffas tutta porta avanti da sempre verso il riconoscimento, la piena inclusione sociale e la partecipazione attiva alla vita della comunità delle persone con disabilità intellettive e, più in generale disturbi del neurosviluppo.

 

locandina presentazione guidaAbruzzo per tutti SITO

 

Pescara, 26 luglio 2019: EVENTO FINALE “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”

Si terrà venerdì 26 luglio a Pescara alle ore 17,00 l’evento finale del progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”*
Nell’evento le persone con disabilità protagoniste del progetto, iniziato nel mese di settembre 2018, racconteranno le tappe e le emozioni del percorso e con orgoglio distribuiranno il risultato del loro lavoro: una guida turistica dell’Abruzzo in linguaggio “easy to read” (facile da leggere e da capire).
Vi aspettiamo numerosi!
Guarda la locandina/programma:
*Progetto  “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno– Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”, presentato da Anffas Regione Abruzzo in partenariato con Anffas onlus Martinsicuro, Anffas onlus Ortona, Anffas onlus Pescara e Anffas onlus Sulmona in riferimento all’Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attivita’ di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del terzo settore e finanziato dalla Regione Abruzzo- Dipartimento per la Salute e il Welfare – Servizio per la programmazione sociale e il sistema integrato socio sanitario.

Assemblea Nazionale delle Associazioni Socie Anffas Onlus

Fonte: www.anffas.net

Si avvicina l’appuntamento con l’Assemblea Nazionale delle Associazioni Socie Anffas Onlus che si svolgerà a Roma il 29, 30 e 31 maggio p.v. presso il Centro Congressi Frentani.

L’Assemblea avrà inizio alle 14.30 di mercoledì 29 e si chiuderà alle 13.00 di venerdì 31 maggio.
L’appuntamento prevede la presenza dei rappresentanti delle Associazioni Locali socie, ma è aperta alla partecipazione di tutti i componenti dell’Unitaria Struttura Associativa e ad altri soggetti a vario titolo afferenti alla rete Anffas.

In particolare quest’anno l’Assemblea si svolgerà in sessione ordinaria e straordinaria per procedere all’adeguamento tecnico e giuridico derivante dalla Riforma del Terzo Settore ed al conseguente riassetto della struttura Associativa Anffas. Per questo, durante i lavori assembleari delle tre giornate, oltre ai consueti adempimenti statutari, si procederà alla modifica dello Statuto Anffas Nazionale ed alla condivisione del nuovo assetto della Rete Anffas a tutti i suoi livelli.

In concomitanza con le tre giornate assembleari, è in programma anche la formazione degli Autorappresentanti inerente al Progetto “ETS, Sviluppo in Rete, il nuovo progetto di Anffas Onlus Nazionale realizzato con il finanziamento concesso dal Ministero del Lavoro e Politiche Sociali per annualità 2017 a valere sul fondo per il finanziamento dei progetti e attività d’interesse generale nel terzo Settore di cui all’art.72 del d. legislativo n.117/2017 e collegato alla Riforma del Terzo Settore.
La formazione degli Autorappresentanti si concentrerà su temi rispetto la Riforma e i cambiamenti che coinvolgeranno le Associazioni come Anffas.

Seguiranno aggiornamenti, anche attraverso la pagina facebook www.facebook.com/AnffasOnlus.naz sulla quale sarà realizzato un aggiornamento in diretta durante tutto il corso dei lavori.

ANFFAS ORTONA: NASCE “LA CASA IN CENTRO”

COMUNICATO STAMPA “LA CASA IN CENTRO”


Nasce ad Ortona il progetto pilota LA CASA IN CENTRO, destinato ai giovani adulti con disabilità
che frequentano il centro socio occupazionale di Anffas e che hanno maturato la necessità e il
desiderio di sviluppare un percorso di vita indipendente. Un percorso innovativo che si propone
di promuovere un cambio di paradigma: dall’accoglienza delle persone con disabilità in strutture
speciali alla realizzazione di percorsi di convivenza abitativa in gruppi appartamento. E quindi da
una condizione di dipendenza totale delle persone con disabilità dai loro genitori o dai servizi
residenziali, alla possibilità di costruire percorsi di autonomia possibile verso forme di vita e di
convivenza assistita a casa propria, per tutte le persone con disabilità. Dall’istituzionalizzazione
alla possibilità di “metter su casa”, scegliendo dove vivere e con chi vivere.
Il progetto si realizza in un appartamento in affitto situato nel centro storico, dove le persone
coinvolte si alterneranno a piccoli gruppi al fine di poter sviluppare percorsi di crescita
individualizzati. Inizieranno a sperimentare momenti della vita quotidiana, dalla programmazione
del pranzo, alla spesa, sino alla preparazione delle pietanze ed al riordino degli ambienti.
Gradualmente si organizzeranno weekend per fare esperienza di brevi periodi di pernottamento
fuori dall’ambiente familiare come avvicinamento alla residenzialità.

Il progetto “la Casa in Centro, spiega la Presidente Nadia La Torre e madre di Sara, è una
palestra di vita. Vogliamo dare ai nostri figli la concreta possibilità di sperimentarsi al di fuori
della famiglia con i loro amici, al fine di evitare un futuro di istituzionalizzazione in centri
residenziali quando noi non ci saremo più. Per una piena inclusione serve una dimensione comunitaria, sentirsi partecipi ed attivi nel contesto in cui si vive è infatti una condizione
essenziale per raggiungere una buona qualità di vita. La novità della legge 112 sul Durante e Dopo di Noi, è permettere di costruire un progetto personalizzato a partire da risorse che provengono dalle famiglie, dai privati cittadini, dai Comuni, dalle regioni, dallo Stato ecc. Un progetto che garantisca alla persona con disabilità il DIRITTO DI DOVE VIVERE, COME VIVERE E CON CHI VIVERE la propria vita anche quando noi
genitori non saremo più in grado di sostenerli.”

Per questo primo anno il progetto potrà realizzarsi anche grazie al contributo di 4.000 euro
ricevuto dall’associazione “Ristoro degli Angeli “, ai piccoli donatori che ci sostengono scegliendo i
lavori del laboratorio Experimenta, ai contributi delle famiglie partecipanti ed ai primi fondi
regionali della legge 112/2016 che sono stati attribuiti all’ ADS n. 10 Ortonese (Ambito Distrettuale
Sociale), per questa prima annualità.
Progetti come questo vanno però sostenuti nel tempo ed il nostro appello è rivolto a tutta la
nostra comunità affinché ci aiuti a realizzare il nostro sogno:
Aiutiamo ogni persona con disabilità a poter scegliere dove vivere e con chi vivere!!!
Inaugurazione il giorno 24 maggio alle ore 18,00 in corso Matteotti, 19.