Progetto ‘Abruzzo per tutti’, a Pescara il corso sul linguaggio facile da leggere

Procede a grandi passi ‘Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva’, presentato lo scorso 25 ottobre a Pescara. Il progetto, gestito da Anffas Abruzzo in collaborazione con le sedi Anffas di Ortona, Pescara, Martinsicuro e Sulmona e finanziato dalla Regione Abruzzo, mira a promuovere una fattiva convergenza tra le persone con disabilità intellettiva e il territorio, favorendo la conoscenza delle risorse ambientali, artistiche e culturali ed evidenziando al contempo la qualità delle esperienze degli stessi giovani e adulti con disabilità.

Dopo l’evento di presentazione e i primi incontri formativi sul territorio, il 14 e 15 novembre la sede di Anffas  Pescara ha ospitato il corso di formazione ‘Disabilità intellettive ed accesso alle informazioni: il linguaggio facile da leggere’. “Nell’ottica dello sviluppo di una educazione di qualità, equa ed inclusiva – sottolinea Maria Pia Di Sabatino, presidente di Anffas Abruzzo -, il corso rappresenta un passaggio fondamentale del progetto”.

 

Perché è importante il ‘linguaggio facile da leggere’? E quali sono gli strumenti più efficaci per rendere le informazioni facili da capire? Partendo da queste domande, e facendo costante riferimento alle linee guida di Inclusion Europe ‘Informazioni per tutti’, le formatrici hanno illustrato alle 24 persone selezionate dalle 4 sedi Anffas, agli operatori e volontari ed agli alunni e insegnanti delle scuole partner, l’importanza di queste tematiche per una fattiva inclusione sociale.

La parte teorica, sempre interattiva e volta a coinvolgere tutti i presenti, è stata seguita da esercitazioni di gruppo dove i partecipanti, affiancati da volontari e operatori, hanno dato applicazione pratica alle stesse nozioni, elaborando contenuti facili da leggere e da comprendere. Anche nel corso della seconda giornata di formazione, focalizzata sui temi ‘Non scrivete su di noi senza di noi’ e ‘Insegnare può essere facile’, la suddivisione in piccoli gruppi ha reso in concreto quanto suggerito dalle linee guida, trovando una puntuale convergenza rispetto agli obiettivi iniziali.

“E’ importantissimo – spiega Maria Pia Di Sabatino – che quanto espresso dalle linee guida abbia trovato immediato riscontro anche nella pratica, con i ragazzi autori e al tempo stesso fruitori di un prodotto inclusivo e utile per la comunità”.

 “E’ stato molto interessante – confermano i partecipanti -, ogni gruppo si è concentrato su una delle città selezionate per il progetto, e dopo aver ricercato informazioni e immagini, abbiamo abbozzato delle mini-guide comprensibili e leggibili da tutti”. Ma non è tutto, visto che oltre alle attività in aula le due giornate sono state utili anche per rafforzare lo spirito di gruppo e le relazioni sociali tra le persone coinvolte. “E’ stato bellissimo incontrarci qui a Pescara – aggiungono -, pranzare tutti insieme e trascorrere tanto tempo in compagnia. Siamo felici ed entusiasti di iniziare questo percorso!”  

 “Ci tengo a ringraziare le formatrici Erica Pontelli, Francesca Stella e Maria Cristina Schiratti – conclude la presidente di Anffas Abruzzo -, che tra l’altro riveste anche il ruolo di consigliera nazionale Anffas”.

Il progetto, di durata annuale, proseguirà nei prossimi mesi con nuovi incontri di formazione, visite guidate sul territorio e con la produzione di materiali informativi da distribuire nel corso di eventi fieristici per promuovere le bellezze dell’Abruzzo in tutto il mondo.

 

Il 25 ottobre a Pescara l’evento di presentazione del progetto Progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno– Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”

COMUNICATO STAMPA

Progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno– Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”

E’ iniziato il progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno– Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”, presentato da Anffas Regione Abruzzo in partenariato con Anffas onlus Martinsicuro, Anffas onlus Ortona, Anffas onlus Pescara e Anffas onlus Sulmona in riferimento all’Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attivita’ di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del terzo settore e finanziato dallaRegione Abruzzo- Dipartimento per la Salute e il Welfare – Servizio per la programmazione sociale e il sistema integrato socio sanitario.

Il progetto nasce dall’esigenza di promuovere una più profonda conoscenza e un più proficuo scambio tra le persone con disabilità e il loro territorio, in modo che da entrambe le parti si faciliti un processo di valorizzazione delle proprie risorse: da un lato, le persone con disabilità intellettiva hanno bisogno di conoscere più a fondo il proprio territorio, studiandolo e vivendolo nella grande ricchezza artistica, culturale e ambientale che esso offre; dall’altro, l’intera collettività dovrebbe conoscere il valore aggiunto delle persone con disabilità nel territorio attraverso una maggiore visibilità delle esperienze artistiche e lavorative che quotidianamente le stesse mettono in atto con gli adeguati sostegni. Dopo una prima necessaria attività formativa, le competenze acquisite porteranno alla produzione da parte delle stesse persone con disabilità, affiancate da tutor, e attraverso l’utilizzo del linguaggio “easy to read”, di un “vademecum” turistico dell’Abruzzo in formato accessibile, che verrà poi distribuito anche grazie alla fondamentale attività di promozione degli Enti/Istituzioni che lo divulgheranno attraverso i loro canali.

L’obiettivo generale del progetto è dunque promuovere un’educazione di qualità, equa ed inclusiva e opportunità di apprendimento per tutti , attraverso un’importante rete che valorizza le peculiarità di ciascuno e potrà sviluppare sinergie spendibili anche in futuro: Dipartimento Turismo, Cultura e Paesaggio della Regione Abruzzo, Comune di Martinsicuro, Comune di Ortona, Comune di Pescara, Comune di Sulmona, Ente Parco nazionale Abruzzo Lazio e Molise, Associazione Mountain Wilderness Abruzzo, Liceo artistico, Musicale e coreutico “Mi.Be” di Pescara, Istituto Tecnico per il Turismo “A. De Nino” di Sulmona, Istituto Comprensivo statale “Sandro Pertini” Martinsicuro, Istituto Tecnico Commerciale  “L. Einaudi”  Ortona, Forum Terzo Settore Abruzzo, Anffas Onlus, CSV Pescara,  Csv Chieti, Social Hub.

L’evento di presentazione del progetto si terrà il 25 ottobre a Pescara dalle ore 10,00 presso la “Gabbianella” (in via Bernini, 15).

Ha già confermato la propria partecipazione l’assessore alle Politiche Sociali della Regione Abruzzo, Marinella Sclocco.

 locandina/programma.

Evento di presentazione del progetto “ETS – Sviluppo in Rete” – ROMA

Sarà presentato ufficialmente il 24 ottobre p.v. a Roma, presso l’Hotel Roma Aeterna di via Casilina 125,con un evento ad hoc che si svolgerà dalle 10 alle 16.30, il nuovo progetto di Anffas Onlus dal titolo “ETS- Sviluppo in Rete”.

Realizzato con il finanziamento concesso dal Ministero del lavoro e politiche sociali per annualità 2017 a valere sul fondo per il finanziamento dei progetti e attività d’interesse generale nel terzo Settore di cui all’art.72 del d. legislativo n.117/2017, il progetto  è aperto  agli enti aderenti alla rete Anffas e a quelli con cui Anffas collabora e a cui appartiene (Fish e Forum Terzo Settore), con particolare riferimento a quelli operanti nell’ambito dell’associazionismo familiare e delle disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo.

Il progetto nasce sulla base del cresente bisogno di informazione e cambiamento degli Enti del Terzo Settore in relazione alla recente Riforma del Terzo Settore che, secondo Anffas, non può essere interpretata come mero adempimento ma deve essere invece letto e compreso lo spirito innovativo della stessa, lettura questa, che implica per gli Enti del Terzo Settore una autoanalisi in termini valoriali, tecnici, gestionali, giuridici, contabili, strategici ed organizzativi e conseguentemente una acquisizione di nuove e più raffinate conoscenze e competenze.

Per maggiori informazioni leggi

“CAPACITY, LA LEGGE È EGUALE PER TUTTI”: ONLINE I VIDEO-TUTORIAL DI ANFFAS SUL SOSTEGNO ALLA PRESA DI DECISIONI PER LE PERSONE CON DISABILITÀ INTELLETTIVE

“CAPACITY, LA LEGGE È EGUALE PER TUTTI”:
ONLINE I VIDEO-TUTORIAL SUL SOSTEGNO ALLA PRESA DI DECISIONI PER LE PERSONE CON DISABILITÀ INTELLETTIVE

Sono online sul sito www.anffas.net, a questo link http://www.anffas.net/it/progetti-e-campagne/capacity-la-legge-e-eguale-per-tutti/, i video del progetto “Capacity: la legge è eguale per tutti – Modelli e strumenti innovativi di sostegni per la presa di decisioni e per la piena inclusione sociale delle persone con disabilità intellettive”*  (co-finanziato dal Ministero del Lavoro ex art.12 co.3 legge 383/00 e presentato al pubblico nel dicembre 2017), l’iniziativa di Anffas Onlus nata per sperimentare modelli innovativi di sostegno al processo decisionale per le persone con disabilità, in particolare intellettive e disturbi del neuro-sviluppo, in attuazione dell’art.12 della Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità (Eguale riconoscimento di fronte alla Legge).

 

Dopo il lancio della consultazione pubblica del 10 luglio u.s. e ad oggi ancora attiva** – aperta anche alle persone con disabilità intellettive grazie ad una versione accessibile, e volta a contribuire, lo ricordiamo, alla realizzazione dell’analisi del sistema giuridico normativo italiano in relazione alla concreta attuazione dell’art. 12, anche a confronto con i sistemi introdotti a livello europeo ed internazionale – Anffas continua a lavorare per diffondere il più possibile l’importanza dell’esigibilità del diritto alla presa di decisioni per le persone con disabilità intellettive questa volta attraverso 8 video-tutorial che spiegano in modo semplice alcuni elementi fondamentali legati, appunto, all’art. 12 della Convenzione ONU e che sono rivolti a persone con disabilità, famiglie, operatori dei servizi, operatori dei sistemi di giustizia e del sociale.

 

Oltre ad un video introduttivo che spiega il progetto Capacity nella sua totalità, gli argomenti degli altri video riguardano:

 

–          l’articolo 12 della Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, il concetto di capacità d’agire e il diritto di decidere;

–          “dalla Sostituzione al Sostegno”, in merito all’importanza di non sostituirsi alla persona con disabilità, ma di fornire sostegni e supporti adeguati;

–          il “sostegno alla presa di decisioni: il ruolo delle famiglie”, che spiega in che modo le famiglie delle persone con disabilità possono supportare in maniera adeguata i loro familiari nella presa di decisioni, superando anche i principali ostacoli, paure e preoccupazioni;

–          il “sostegno alla presa di decisioni: il ruolo delle organizzazioni di famiglie” 
che spiega il ruolo delle organizzazioni di famiglie nella promozione e tutela del diritto alla libertà di scelta e di autodeterminazione;

–          le “pratiche di sostegno alla presa di decisioni: i circoli di sostegno” che spiega cosa sono i circoli di sostegno(cioè gruppi di persone che si incontrano regolarmente con l’obiettivo di aiutare una persona a raggiungere i suoi obiettivi) come possono crearsi, quale ruolo hanno e quali azioni possono portare avanti per supportare le persone con disabilità intellettive;

–          le “pratiche di sostegno alla presa di decisioni: il progetto individualizzato”, che spiega l’importanza fondamentale del progetto di vita centrato sulla persona, fornendo alcune raccomandazioni su come redigerlo;

–          le “pratiche di sostegno alla presa di decisioni: il peer support”, che spiega cosa è il peer support (gruppi di supporto tra pari) quale ruolo ha e quali azioni si possono portare avanti per supportare le persone con disabilità intellettive, anche attraverso i gruppi di autorappresentanza.

A completare i toolkit previsti dal progetto, saranno presto disponibili delle guide rivolte a persone con disabilità, famiglie ed operatori e professionisti del settore, contenenti informazioni utili, ma anche esercitazioni e risorse, e che sono attualmente in fase di sperimentazione presso le 20 strutture associative che stanno lavorando al progetto sul territorio nazionale.

Per informazioni sul progetto e scaricare tutti i materiali prodotti è possibile consultare la sezione dedicata sul sito www.anffas.net

 

*Realizzato con contributo finanziario concesso dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali per l’annualità 2016 a valere sul Fondo per l’Associazionismo di cui alla legge n.383 del 2000

 

INCLUSIONE SCOLASTICA, PIENO SOSTEGNO AD ANFFAS PALERMO E ANFFAS SICILIA PER L’AZIONE INTRAPRESA IN DIFESA DEI DIRITTI DEGLI STUDENTI CON DISABILITÀ

INCLUSIONE SCOLASTICA, PIENO SOSTEGNO AD ANFFAS PALERMO E ANFFAS SICILIA PER L’AZIONE INTRAPRESA IN DIFESA DEI DIRITTI DEGLI STUDENTI CON DISABILITÀ

“NECESSARIO L’INTERVENTO IMMEDIATO DEL MINISTRO PER LE DISABILITÀ”

“A nome di Anffas Tutta esprimo pieno sostegno e solidarietà ad Antonio Costanza, presidente di Anffas Palermo e vicepresidente di Anffas Sicilia, che nei giorni scorsi ha iniziato uno sciopero della fame in difesa del diritto allo studio degli alunni con disabilità siciliani”: queste le parole di Roberto Speziale, presidente nazionale di Anffas Onlus.

“Quella che vivono gli alunni con disabilità in Sicilia” continua il presidente “è purtroppo una situazione che accomuna gli studenti con disabilità di tutto il paese, da nord a sud. È una costante che si ripete tutti gli anni e che vede l’inclusione scolastica sempre come un miraggio e non come un diritto di bambini, bambine, ragazzi e ragazze a frequentare la scuola in scuola in condizioni di pari opportunità con i loro compagni senza disabilità”.

“Come già detto più volte, anche per questo anno scolastico mancano i sostegni adeguati, come insegnante curriculare, insegnante di sostegno, assistente all’autonomia ed alla comunicazione, assistente igienico personale, supporti didattici personalizzati, classi formate secondo i limiti normativi, abbattimento delle barriere architettoniche e sensopercettive, trasporto scolastico, etc” prosegue “e non passa giorno in cui non riceviamo segnalazioni da parte delle famiglie praticamente da ogni regione di Italia”.

“Sottolineiamo nuovamente che in mancanza di tali sostegni, che necessariamente dovrebbero essere attivati a partire dal primo giorno di scuola, di fatto il diritto alla piena e concreta inclusione scolastica viene molto affievolito o del tutto negato”.

Conclude: “È davvero inconcepibile che si debba ricorrere ad uno sciopero della fame per sollevare l’attenzione su tali problematiche e per trovare una soluzione: chiediamo quindi l’immediato intervento del Ministro per la Famiglia e le Disabilità Lorenzo Fontana affinché si faccia direttamente carico della questione”.

                    Roma, 1 Ottobre 2018

Area Relazioni Istituzionali, Advocacy e Comunicazione Anffas Onlus
Responsabile
Dott.ssa Roberta Speziale (cell. 348/2572705)
Tel. 06/3212391/15
comunicazione@anffas.net
dott.ssa Daniela Cannistraci
06.3212391/44

Anffas 60 anni di futuro. Le nuove frontiere delle disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo

Anffas Nazionale, con il supporto del Consorzio La Rosa Blu, organizza l’evento a carattere internazionale dal titolo: “Anffas 60 anni di futuro. Le nuove frontiere delle disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo” che si terrà a Roma il 28, 29 e 30 novembre 2018 c/o la “Nuova Fiera di Roma”. Questo evento è per Anffas particolarmente importante anche alla luce del fatto che, oltre a rappresentare il momento conclusivo delle Celebrazioni del 60ennale, cade anche in prossimità della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità proclamata dall’ONU e che si celebra appunto il 3 dicembre di ogni anno.

Tutte le info qui

29 luglio 2016, ANFFAS onlus Vasto: un murales per passione

Venerdì 29 Luglio alle ore 17.30 nella sede Anffas onlus di Vasto a Pollutri, avrà inizio l’inaugurazione del progetto “Un Murales per passione” percorso creativo, promosso dall’Anffas onlus Vasto e dal Consorzio Matrix con la partecipazione dei ragazzi che ‘insieme’ hanno  realizzato un posto meraviglioso esprimendo sui muri la loro solarità e i progetti futuri.

A sostenere questo iniziativa nella sua costante lungimiranza il Sindaco di Pollutri, Antonio di Pietro.

L’ Anffas onlus Vasto, il Comune di Pollutri, il sindaco Antonio Di Pietro, il Consorzio Matrix, le Scuole superiori ITSET Palizzi, il Polo Liceale di Vasto e l’Unitalsi di Vasto, hanno collaborato per il progetto “Un Murales per Passione”..
Al termine dell’inaugurazione un buffet con prodotti tipici del territorio insieme ai prodotti etnici sarà offerto ai partecipanti insieme a cori e duetti di musiche e canzoni delle diverse nazionalità.

Patrizia Angelozzi
Uff.stampa Anffas onlus Vasto
13680664_1267991746553676_3341954981230399873_n 13567125_1265492013470316_1162981366353527595_n 13615429_1265503550135829_2283029530733999844_n 13626541_1265474186805432_3258577890657112741_n 13718813_1274588259227358_5950540701246617334_n

 

Convegno “Durante noi per il Dopo di Noi”- 21 luglio a Tagliacozzo

GIOVEDI’ 21 LUGLIO DALLE ORE 17,00 PRESSO IL COMUNE DI TAGLIACOZZO si terrà il Convegno “Durante noi per il Dopo di Noi”organizzato da Anffas Onlus Avezzano con la collaborazione dell’organismo regionale Anffas Abruzzo e della Fondazione “Dopo di Noi” Anffas.
Una grande opportunità di confrontarci su un argomento così attuale e delicato nella nostra regione.
Sono invitati a partecipare le famiglie, gli associati, gli operatori, le istituzioni e l’intera cittadinanza.
 LocandinaProvaSenzaSponsor
Per cortese conferma e/o informazioni:
mail: anffasaz@virgilio.it, anffasabruzzo@yahoo.it

Il “DOPO DI NOI” è LEGGE. ENTRA IN VIGORE LA LEGGE 112 DEL 2016 ANFFAS GIA’ IN PISTA PER SOLLECITARE GLI ATTI APPLICATIVI E PER INFORMARE LE PERSONE CON DISABILITA’ ED I LORO FAMILIARI ADESSO COSA DEVE ACCADERE?

anffas-onlusCOMUNICATO STAMPA

Anffas Onlus

Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale

Il “DOPO DI NOI” è LEGGE.

ENTRA IN VIGORE LA LEGGE 112 DEL 2016

ANFFAS GIA’ IN PISTA PER SOLLECITARE GLI ATTI APPLICATIVI E PER INFORMARE LE PERSONE CON DISABILITA’ ED I LORO FAMILIARI

ADESSO COSA DEVE ACCADERE?

A seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno scorso, la legge 112/2016 contenente “Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare” è entrata nel nostro sistema giuridico di protezione e promozione delle persone con disabilità, costruendo un nuovo ed importante tassello nella costruzione del loro percorso di vita.

Secondo quanto disposto dalla legge, occorre adesso porre in essere tutta una serie di azioni attuative ai vari livelli di governo, con modalità e tempi già prestabiliti.

La prima azione che chiediamo è che la Presidenza del Consiglio, così come prevede l’art. 7 della legge avvii, al più presto, idonee campagne informative in modo che le persone con disabilità ed i loro familiari ricevano corrette informazioni su come cogliere al meglio le opportunità offerte dalla legge.

Anffas Onlus e la sua Fondazione Nazionale Anffas “Dopo di Noi”, che rappresentano in Italia oltre 30.000 persone con disabilità intellettive e loro familiari, intendono continuare nell’opera di advocacy, monitoraggio ed informazione che hanno caratterizzato l’impegno associativo lungo l’intero iter che ha portato alla approvazione della legge. Anffas manterrà alto il livello di attenzione sia a livello nazionale sia a livello regionale e locale, anche attraverso la propria articolata struttura e mettendo a frutto il patrimonio di esperienza maturato in quasi sessant’anni di vita associativa ed in oltre 30 anni di attività della Fondazione, affinché la legge venga correttamente e concretamente attuata.

A tal fine Anffas ha predisposto una tabella riepilogativa, delle azioni da porre in essere, e relativa tempistica, per rendere totalmente operativa la legge.

L’Associazione e la fondazione, dichiara Roberto Speziale, presidente nazionale Anffas, continueranno a vigilare attentamente, affinché ciascuna di queste azioni venga adeguatamente e correttamente messa in pratica, ad ogni livello, per garantire a migliaia di persone con disabilità e loro famiglie il diritto ad un futuro di maggiore serenità progettando il “dopo di noi” nel “durante noi” nel segno della de-istituzionalizzazione e del diritto, sancito dalla Convezione ONU, di poter scegliere dove vivere, come vivere e con chi vivere.

Ecco la tabella:

Articolo della Legge

Tempistica

Contenuti

Atti ed istituzioni deputate ad emanarle

2 comma 1

Non definita

Sono definiti i livelli essenziali delle prestazioni nel campo sociale da garantire ai destinatari della legge

Non definiti

2 comma 2

Entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge (nelle more della definizione dei LEP)

Sono definiti gli obiettivi di servizio per le prestazioni da erogare ai destinatari della legge nei limiti delle risorse disponibili a valere sul Fondo

decreto del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro dell’Economia e delle finanze, previa intesa in sede di Conferenza Unificata

3 comma 2

Entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge

Sono individuati i requisiti di accesso alle misure di assistenza, cura e protezione a carico del Fondo e sono ripartite le risorse del Fondo tra le regioni

decreto del Ministro del Lavoro e delle politiche sociali, da emanare di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e il Ministro della Salute, previa intesa in sede di Conferenza Unificata

3 comma 3

Non definita

Le regioni adottano indirizzi di programmazione e definiscono i  criteri e le modalità di erogazione dei finanziamenti, le modalità per la pubblicità dei finanziamenti, le modalità per la pubblicità dei finanziamenti erogati e per la verifica dell’attuazione delle attività svolte e le ipotesi di revoca dei finanziamenti connessi

Regioni

4 comma 2                     (ultimo periodo)

Non definita

Le attività di programmazione prevedono il coinvolgimento delle organizzazioni di rappresentanza delle persone con disabilità

(sia a livello nazionale che regionale)

6 comma 11

Entro 60 giorni dall’entrata in vigore della legge

Sono definite le modalità di attuazione dell’articolo inerente i trust, vincoli di destinazioni e fondi speciali

decreto del Ministro dell’economia e delle finanze, da emanare di concerto con il Ministro del lavoro e delle politiche sociali

8  comma 1

Entro il 30 giugno di ogni anno

Relazione alle Camere sullo stato di attuazione della legge e sull’utilizzo delle risorse, illustrando altresì l’effettivo andamento delle minori entrate

Ministro del Lavoro e delle politiche Sociali

                                                                                                                                                             Roma, 1 luglio 2016

Area Relazioni Istituzionali, Advocacy e Comunicazione Anffas Onlus

Responsabile

dott.ssa Roberta Speziale (cell. 348/2572705)

Tel. 06/3212391/15

comunicazione@anffas.net

www.anffas.net