Presentazione della guida “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva” ORTONA, presso l’ufficio IAT 30 OTTOBRE 2019-ORE 10,30

Il progetto presentato da Anffas Regione Abruzzo in partenariato con Anffas onlus Martinsicuro, Anffas onlus Ortona, Anffas onlus Pescara e Anffas onlus Sulmona in riferimento all’Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attività di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del terzo settore e finanziato dalla Regione Abruzzo- Dipartimento per la Salute e il Welfare – Servizio per la programmazione sociale e il sistema integrato socio sanitario èpartito a settembre 2018 e si è concluso nel mese di luglio 2019.

Un percorso lungo e appassionante –racconta Maria Pia Di Sabatino, presidente Anffas Regione Abruzzo-  che già in sede di stesura della proposta progettuale ha visto impegnata una rete di attori che trova proficue convergenze proprio nei principi dell’inclusione e della qualità: Regione Abruzzo – Dipartimento Turismo, cultura e paesaggio- Ente Parco nazionale Abruzzo, Lazio e Molise- Comune di Pescara- Comune di Ortona- Comune di Martinsicuro- Comune di Sulmona- Associazione Mountain Wilderness Abruzzo- Liceo Artistico, musicale e coreutico “MI.BE.” di Pescara- Istituto tecnico per il Turismo “A. De Nino” di Sulmona- Istituto comprensivo statale “S. Pertini” di Martinsicuro- Istituto tecnico commerciale “L. Einaudi” di Ortona- Forum Terzo Settore Abruzzo- Anffas Onlus- CSV Pescara- CSV Chieti- Social Hub.

Dopo una necessaria fase formativa sui temi della comunicazione accessibile, le attività sono state strutturate ricercando un positivo interscambio tra le persone con disabilità intellettiva e il territorio per favorire la conoscenza delle risorse ambientali, artistiche e culturali ed enfatizzare la qualità delle esperienze degli stessi protagonisti.

Si sono quindi susseguite giornate di studio e visite guidate, che hanno anche contribuito a rafforzare le relazioni tra le persone con disabilità, gli operatori, i volontari, gli studenti e tutte le persone a vario titolo coinvolte nel progetto, creando una squadra coesa e centrata sull’obiettivo: la produzione di una guida dell’Abruzzo in linguaggio “easy to read” (facile da leggere e da capire), un prodotto innovativo e senz’altro utile per la comunità.

“Perché è dalla sinergia tra Enti che si possono determinare azioni mirate con progetti non limitatamente a singole categorie di persone ma rivolte all’intera comunità, come dimostra il frutto di questo progetto– sottolinea nell’introduzione alla guida il presidente della Regione Marco Marsilio-  Un lavoro di squadra in cui hanno giocato un ruolo di primo piano le persone con disabilità.”

Questo progetto– evidenzia Roberto Speziale, presidente Anffas onlus nazionale- si è dimostrato un ulteriore importante tassello da aggiungere nel lavoro e nel percorso che Anffas tutta porta avanti da sempre verso il riconoscimento, la piena inclusione sociale e la partecipazione attiva alla vita della comunità delle persone con disabilità intellettive e, più in generale disturbi del neurosviluppo

La guida, anche oltre la data di conclusione delle attività progettuali, continuerà ad essere  distribuita nel corso di eventi e divulgata grazie all’importantissimo lavoro degli Enti e delle Istituzioni impegnate a veicolare l’immagine del nostro territorio attraverso i loro canali.

Il 30 ottobre prossimo  sarà presentata a Ortona presso l’Ufficio IAT sito in piazza della Repubblica  dalle stesse persone con disabilità  delle  quattro Anffas partner e da quanti hanno contribuito al progetto.

Si ringrazia il  Comune di Ortona e OrtonaWelcome per la  collaborazione all’organizzazione della giornata.

         Nadia La Torre                                               Maria Pia Di Sabatino

Presidente Anffas onlus Ortona         Presidente Anffas Regione Abruzzo

È ON- LINE LA GUIDA TURISTICA DELL’ABRUZZO IN LINGUAGGIO “EASY TO READ”

Con grande orgoglio pubblichiamo la guida turistica scritta in linguaggio “easy to read” realizzata dalle persone con disabilità delle quattro Anffas protagoniste del progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”*: Anffas Martinsicuro, Anffas Ortona, Anffas Pescara e Anffas Sulmona.

Anffas Regione Abruzzo resta a disposizione per ogni maggiore informazione sul progetto e per la divulgazione della guida.

Buona lettura e buon viaggio attraverso le bellezze della nostra regione!

*Progetto  “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno– Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”, presentato da Anffas Regione Abruzzo in partenariato con Anffas onlus Martinsicuro, Anffas onlus Ortona, Anffas onlus Pescara e Anffas onlus Sulmona in riferimento all’Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attivita’ di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del terzo settore e finanziato dalla Regione Abruzzo- Dipartimento per la Salute e il Welfare – Servizio per la programmazione sociale e il sistema integrato socio sanitario.

SI E’ CONCLUSO IL PROGETTO “ABRUZZO PER TUTTI CON IL VALORE DI OGNUNO”. Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva

Si è concluso il progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”*

Il 26 luglio scorso si è tenuto nella sede dell’Anffas Regione Abruzzo l’evento di presentazione della guida turistica scritta in linguaggio “easy to read” dalle persone con disabilità delle quattro Anffas protagoniste del progetto: Anffas Martinsicuro, Anffas Ortona, Anffas Pescara e Anffas Sulmona.

Presente, oltre alle quattro Presidenti Anffas, anche Maria Cristina Schiratti, consigliere nazionale Anffas, che ha supportato, con il suo ruolo di formatrice nel linguaggio facile da leggere, le fasi operative della guida assegnando così il bollino che ne certifica il valore. La sua presenza e il suo sostegno sono stati essenziali per la buona riuscita del progetto.

Maria Pia Di Sabatino- presidente Anffas Regione Abruzzo e Anffas Pescara, Danila Corsi- Presidente Anffas Martinsicuro, Nadia La Torre- Presidente Anffas Ortona, Emanuela Pasquali- Presidente Anffas Sulmona hanno affermato all’unanimità l’importanza di lavorare in rete, la ricchezza che si ottiene da un lavoro condiviso. Tale entusiasmo è stato riportato dalla voce dei protagonisti, le persone con disabilità che grazie anche al prezioso supporto dei volontari e degli operatori, hanno vissuto un’esperienza unica. Dalla loro voce le emozioni e la soddisfazione di aver potuto raccontare il proprio territorio, le bellezze dell’Abruzzo e la gioia di averlo fatto insieme.  Il progetto, oltre al lavoro per la realizzazione della guida turistica, ha dato loro anche l’occasione per girare nelle sedi Anffas e per visitare località abruzzesi.

 

All’evento del 26 luglio è stato presente anche il Sindaco di Pescara, Carlo Masci, che ha encomiato il lavoro delle persone con disabilità, sottolineando il loro valore attraverso un lavoro che denota un alto senso civico verso tutta la comunità.

Un plauso al valore dell’esperienza ideata e realizzata in rete, anche nelle parole del presidente del Centro Servizi Volontariato di Pescara, Casto Di Bonaventura.

La condivisione dell’orgoglio per il risultato raggiunto da parte di Carmine Basile– aderente al Forum Terzo Settore Abruzzo- e di Stefania Catalano, consigliera del Comune di Pescara.

La giornata si è conclusa con un momento conviviale.

Solo due giorni dopo, domenica 28 luglio si è svolta l’ultima delle azioni previste dal progetto ovvero la divulgazione della guida presso un importante evento del territorio.

Si tratta della visita a Sulmona delle associazioni partner del progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno, in occasione dell’importante evento della Giostra Cavalleresca. Operatori, volontari e persone con disabilità hanno assistito alla sfilata con gli sbandieratori e personaggi in costume d’epoca dei sette borghi del paese.

dav

Gradita sorpresa del Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio che ha fatto visita al “Temporary shop” di Anffas Sulmona aperto nel centro storico in occasione dei festeggiamenti.

Il presidente Marsilio, autore dell’introduzione della guida turistica, nella quale riconosce il valore di “Un lavoro di squadra in cui hanno giocato un ruolo di primo piano le persone con disabilità” ha ricevuto a Sulmona la Guida Turistica autografata da tutte le Anffas.

Giunti al termine di tale esperienza straordinaria, tutti gli attori coinvolti a vario titolo nel progetto sono certi che sia solo una prima tappa di un percorso di inclusione sociale e lavoro in rete nel campo del turismo accessibile.

*Progetto  “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno– Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”, presentato da Anffas Regione Abruzzo in partenariato con Anffas onlus Martinsicuro, Anffas onlus Ortona, Anffas onlus Pescara e Anffas onlus Sulmona in riferimento all’Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attivita’ di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del terzo settore e finanziato dalla Regione Abruzzo- Dipartimento per la Salute e il Welfare – Servizio per la programmazione sociale e il sistema integrato socio sanitario.

A Pescara il 26 luglio l’evento finale del progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”

COMUNICATO STAMPA:

A Pescara il 26 luglio l’evento finale del progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno –  le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”

 

Si terrà venerdì 26 luglio 2019, presso la sede di Anffas Abruzzo in via Bernini n.15, l’evento finale del progetto ‘Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno – le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva’,

Il progetto presentato da Anffas Regione Abruzzo in partenariato con Anffas onlus Martinsicuro, Anffas onlus Ortona, Anffas onlus Pescara e Anffas onlus Sulmona in riferimento all’Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attività di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del terzo settore e finanziato dalla Regione Abruzzo- Dipartimento per la Salute e il Welfare – Servizio per la programmazione sociale e il sistema integrato socio sanitario è partito a settembre 2018 e giunge alla fase finale proprio in queste settimane.

Un percorso lungo e appassionante –racconta Maria Pia Di Sabatino, presidente Anffas Regione Abruzzo-  che già in sede di stesura della proposta progettuale ha visto impegnata una rete di attori che trova proficue convergenze proprio nei principi dell’inclusione e della qualità: Regione Abruzzo – Dipartimento Turismo, cultura e paesaggio- Ente Parco nazionale Abruzzo, Lazio e Molise- Comune di Pescara- Comune di Ortona- Comune di Martinsicuro- Comune di Sulmona- Associazione Mountain Wilderness Abruzzo- Liceo Artistico, musicale e coreutico “MI.BE.” di Pescara- Istituto tecnico per il Turismo “A. De Nino” di Sulmona- Istituto comprensivo statale “S. Pertini” di Martinsicuro- Istituto tecnico commerciale “L. Einaudi” di Ortona- Forum Terzo Settore Abruzzo- Anffas Onlus- CSV Pescara- CSV Chieti- Social Hub.

 

Dopo una necessaria fase formativa sui temi della comunicazione accessibile, le attività sono state strutturate ricercando un positivo interscambio tra le persone con disabilità intellettiva e il territorio per favorire la conoscenza delle risorse ambientali, artistiche e culturali ed enfatizzare la qualità delle esperienze degli stessi protagonisti.

Si sono quindi susseguite giornate di studio e visite guidate, che hanno anche contribuito a rafforzare le relazioni tra le persone con disabilità, gli operatori, i volontari, gli studenti e tutte le persone a vario titolo coinvolte nel progetto, creando una squadra coesa e centrata sull’obiettivo: la produzione di una guida dell’Abruzzo in linguaggio “easy to read” (facile da leggere e da capire), un prodotto innovativo e senz’altro utile per la comunità.

“Perché è dalla sinergia tra Enti che si possono determinare azioni mirate con progetti non limitatamente a singole categorie di persone ma rivolte all’intera comunità, come dimostra il frutto di questo progetto– sottolinea nell’introduzione alla guida il presidente della Regione Marco Marsilio-  Un lavoro di squadra in cui hanno giocato un ruolo di primo piano le persone con disabilità.”

 

La guida sarà presentata a Pescara nel corso dell’evento del 26 luglio dalle stesse persone con disabilità e da quanti hanno contribuito al progetto.

L’evento sarà l’occasione anche per conoscere l’importante strumento del linguaggio easy to read, attraverso l’intervento di Maria Cristina Schiratti, formatrice nazionale sul linguaggio “facile da leggere”.

La guida sarà poi distribuita nel corso di eventi e divulgata grazie all’importantissimo lavoro degli Enti e delle Istituzioni impegnate a veicolare l’immagine del nostro territorio attraverso i loro canali.

Questo progetto– evidenzia Roberto Speziale, presidente Anffas onlus nazionale- si è dimostrato un ulteriore importante tassello da aggiungere nel lavoro e nel percorso che Anffas tutta porta avanti da sempre verso il riconoscimento, la piena inclusione sociale e la partecipazione attiva alla vita della comunità delle persone con disabilità intellettive e, più in generale disturbi del neurosviluppo.

 

locandina presentazione guidaAbruzzo per tutti SITO

 

ANFFAS, CONCLUSA L’ASSEMBLEA 2019, L’ASSOCIAZIONE HA APPROVATO LE MODIFICHE DELLO STATUTO E HA DEFINITO IL SUO NUOVO COMPLESSIVO ASSETTO ALLA LUCE DELLA RIFORMA DEL TERZO SETTORE

all. 3 a LOGO ANFFAS_FIRMA EMAIL

 

 COMUNICATO STAMPA

Associazione Nazionale di Famiglie e Persone con Disabilità Intellettiva e disturbi del neurosviluppo

ANFFAS: CONCLUSA L’ASSEMBLEA NAZIONALE 2019

L’ASSOCIAZIONE HA APPROVATO LE MODIFICHE DELLO STATUTO E HA DEFINITO IL SUO NUOVO COMPLESSIVO ASSETTO ALLA LUCE DELLA RIFORMA DEL TERZO SETTORE

Si è chiusa venerdì 31 maggio u.s. l’Assemblea Nazionale di Anffas, svoltasi a Roma, presso il Centro Congressi Frentani, che ha visto la presenza di oltre 350 partecipanti, provenienti da tutta Italia.

Nel corso delle tre giornate assembleari si è dato vita ad un ampio confronto sullo stato dell’arte della Riforma del Terzo Settore e sulle opportunità che la stessa comporta, ma anche sulle non poche criticità riscontrate a causa della mancata emanazione di alcuni Decreti attuativi, nonché dalla mancata istituzione del Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. Infatti, la mancanza di tali atti rende molto incerto il quadro normativo di riferimento e difficili le stesse scelte da compiere da parte di tutti i singoli enti che sono chiamati ad adeguarsi alla riforma stessa entro il prossimo 3 agosto.

Oltre alle modifiche apportate allo statuto ed al regolamento di Anffas Nazionale l’assemblea ha approvato gli schemi dei nuovi statuti e della nuova riorganizzazione dell’intera struttura associativa per adeguarli, appunto, alle previsioni della Riforma.

Le principali novità sono:

–          La connotazione di Anffas Nazionale quale “rete associativa”, assumendone le relative funzioni in favore degli enti aderenti e svolgendo anche attività di coordinamento, tutela, rappresentanza, promozione e supporto degli enti del Terzo Settore propri associati e delle loro attività;

–          L’acquisizione della nuova denominazione “Associazione Nazionale di Famiglie e Persone con disabilità intellettiva e disturbi del neurosviluppo”, così ribadendo la centralità delle stesse persone con disabilità nella partecipazione attiva alla stessa vita associativa;

–          L’ampliamento delle attività associative statuendo che Anffas opera a tutti i livelli prioritariamente in favore di persone con disabilità intellettiva e disturbi del neurosviluppo, anche derivanti da malattie rare, e delle loro famiglie, nonché in favore di persone svantaggiate o in condizione di fragilità;

–          L’istituzione di un Consiglio Nazionale composto, di diritto, da tutti i Presidenti e Coordinatori delle Anffas Regionali e dai Presidenti della Fondazione Nazionale “Dopo di noi” Anffas e del Consorzio la Rosa Blu;

–          Il rafforzamento della Piattaforma Italiana degli Autorappresentanti (PIAM), fondata dal movimento “Io cittadino” ed aderente, a livello europeo, ad EPSA, attraverso la previsione della costituzione di gruppi locali e regionali e con diritto di partecipazione attiva alla vita associativa ai vari livelli. Il tutto in coerenza con la dichiarazione di Roma del 15 maggio 2015 sul diritto al sostegno alla presa di decisioni delle persone con disabilità intellettiva.

Non vi è dubbio che tutte le nostre organizzazioni, in questi mesi, sono state e saranno ancora coinvolte in un impegnativo e per nulla semplice lavoro di trasformazione ed adeguamento a quanto previsto dalla Riforma” – afferma Roberto Speziale, presidente nazionale Anffas – “una riforma che, non bisogna interpretare come manutentiva ma bensì ri-fondativa. Per fare ciò occorre mettere al primo posto il suo spirito innovativo, che deve spingere gli Enti del Terzo Settore ad effettuare una autoanalisi in termini valoriali, tecnici, gestionali, giuridici, contabili, strategici ed organizzativi”.

Infatti la Riforma del Terzo Settore dichiara di “riconosce il valore e sostenere l’iniziativa dei cittadini che cooperano, anche in forma associata, a perseguire il bene comune, a potenziare i livelli di cittadinanza attiva, di coesione e protezione sociale, favorendo la partecipazione, l’inclusione e il pieno sviluppo della persona e a valorizzare il potenziale di crescita e di occupazione lavorativa”.

Pertanto “Il nostro auspicio è che sia proprio questa la vera finalità della riforma, senza che la stessa si trasformi, come in alcuni casi sembra essere, in un sistema estremante complesso e burocratico. Sistema che rischia di penalizzare il mondo delle associazioni a vantaggio di altri enti o del “mercato”.”

“Se lo Stato attraverso la riforma, come detto – continua il presidente – si prefigge di dare valore e riconoscere la funzione sociale degli enti del Terzo settore e dell’associazionismo quale espressione di partecipazionesolidarietà e pluralismo, promuovendone lo sviluppo e favorendone l’apporto originale per il perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, lo deve fare senza costringere il nostro mondo ad inutili e farraginosi “orpelli” che rischiano, paradossalmente, di mettere “fuori gioco” una miriade di realtà associative sotto il peso di adempimenti, controlli e nuovi oneri, non sempre sostenibili”.

In buona sostanza, conclude Speziale, Anffas ha voluto fortemente interpretare la riforma come un’opportunità di cambiamento per innovarsi e sviluppare nuove competenze e capacità. Ed è In forza di tale assunto che Anffas continuerà ad operare per essere sempre all’altezza del suo ruolo, grazie allo storico e forte radicamento territoriale ed al suo essere grande associazione di famiglie e persone con disabilità, ma continuerà anche a vigilare affinché la riforma non finisca con lo snaturare gli elementi valoriali che la stessa dichiara di voler perseguire”.

Gli atti dei lavori dell’Assemblea saranno a breve disponibili sul sito www.anffas.net.

Roma, 3 giugno 2019

Area Relazioni Istituzionali, Advocacy e Comunicazione Anffas Onlus

Tel. 06/3212391

comunicazione@anffas.net

 

 

Assemblea Nazionale delle Associazioni Socie Anffas Onlus

Fonte: www.anffas.net

Si avvicina l’appuntamento con l’Assemblea Nazionale delle Associazioni Socie Anffas Onlus che si svolgerà a Roma il 29, 30 e 31 maggio p.v. presso il Centro Congressi Frentani.

L’Assemblea avrà inizio alle 14.30 di mercoledì 29 e si chiuderà alle 13.00 di venerdì 31 maggio.
L’appuntamento prevede la presenza dei rappresentanti delle Associazioni Locali socie, ma è aperta alla partecipazione di tutti i componenti dell’Unitaria Struttura Associativa e ad altri soggetti a vario titolo afferenti alla rete Anffas.

In particolare quest’anno l’Assemblea si svolgerà in sessione ordinaria e straordinaria per procedere all’adeguamento tecnico e giuridico derivante dalla Riforma del Terzo Settore ed al conseguente riassetto della struttura Associativa Anffas. Per questo, durante i lavori assembleari delle tre giornate, oltre ai consueti adempimenti statutari, si procederà alla modifica dello Statuto Anffas Nazionale ed alla condivisione del nuovo assetto della Rete Anffas a tutti i suoi livelli.

In concomitanza con le tre giornate assembleari, è in programma anche la formazione degli Autorappresentanti inerente al Progetto “ETS, Sviluppo in Rete, il nuovo progetto di Anffas Onlus Nazionale realizzato con il finanziamento concesso dal Ministero del Lavoro e Politiche Sociali per annualità 2017 a valere sul fondo per il finanziamento dei progetti e attività d’interesse generale nel terzo Settore di cui all’art.72 del d. legislativo n.117/2017 e collegato alla Riforma del Terzo Settore.
La formazione degli Autorappresentanti si concentrerà su temi rispetto la Riforma e i cambiamenti che coinvolgeranno le Associazioni come Anffas.

Seguiranno aggiornamenti, anche attraverso la pagina facebook www.facebook.com/AnffasOnlus.naz sulla quale sarà realizzato un aggiornamento in diretta durante tutto il corso dei lavori.

Al via la seconda fase del progetto “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno”

‘Abruzzo per tutti’ passa alla seconda fase.

Si è chiusa lunedì 11 marzo la prima fase di ‘Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno‘*.

Il progetto, partito lo scorso mese di ottobre, si è sviluppato in diverse direzioni, passando dalle ore di formazione in aula sul linguaggio facile da leggere e sulla comunicazione efficace, alla visita delle località che ospitano le sedi Anffas partner.

24 persone con disabilità, accompagnate da operatori e volontari, hanno avuto l’opportunità di scoprire i tesori storici e artistici di Pescara, Ortona e Sulmona, in attesa di recuperare l’appuntamento di Martinsicuro rinviato per maltempo.
In linea con quanto appreso durante la formazione, i beneficiari hanno sperimentato direttamente i principi della comunicazione turistica inclusiva e aperta a tutti.


“Lo spirito del progetto è proprio questo – ha commentato la presidente di Anffas Abruzzo Maria Pia Di Sabatino – ovvero portare i ragazzi non solo a vivere il territorio, ma anche a comunicarlo rendendosi protagonisti dell’esperienza”.
Andata in archivio la prima fase, si passa ora alla realizzazione di una vera e propria guida turistica in linguaggio facile da leggere, da distribuire nel corso di eventi fieristici nazionali ed internazionali. Il prodotto editoriale sarà presentato il prossimo mese di luglio nel corso di un evento finale aperto a tutti.

*Progetto  “Abruzzo per tutti, con il valore di ognuno– Le persone con disabilità protagoniste e risorsa per una regione inclusiva”, presentato da Anffas Regione Abruzzo in partenariato con Anffas onlus Martinsicuro, Anffas onlus Ortona, Anffas onlus Pescara e Anffas onlus Sulmona in riferimento all’Avviso Pubblico per il finanziamento di iniziative e progetti di rilevanza regionale promossi da organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale per la realizzazione di attivita’ di interesse generale di cui all’art. 5 del codice del terzo settore e finanziato dalla Regione Abruzzo- Dipartimento per la Salute e il Welfare – Servizio per la programmazione sociale e il sistema integrato socio sanitario.

28 marzo 2019. Anffas Open Day, porte aperte all’inclusione sociale

PROMUOVIAMO IL DIRITTO DI DECIDERE!

Il 28 marzo 2019 torna, per il dodicesimo anno consecutivo, la Giornata Nazionale
della Disabilità Intellettiva e/o Relazionale, la manifestazione nazionale promossa
ed organizzata da Anffas Onlus che, con l’ormai consueta formula “Anffas Open
Day”, che anche nel 2019, conferma la sua nuova formula: un Open Day dedicato
all’informazione e alla sensibilizzazione sui temi della disabilità intellettiva e
disturbi del neurosviluppo per promuovere un messaggio volto ad affermare i
principi e diritti civili e umani sanciti dalla Convenzione Onu sui Diritti delle Persone
con Disabilità.
Tutte le strutture associative – circa 1000 in tutta Italia – in cui Anffas da oltre 60
anni si prende cura e carico di oltre 30.000 persone con disabilità e dei loro
familiari, il 28 marzo p.v. con la formula “Open Day” organizzeranno, con il
protagonismo diretto delle persone con disabilità, convegni, spettacoli e tante altre
iniziative volte a diffondere la cultura dell’inclusione sociale, delle pari opportunità,
della non discriminazione.
Ad accogliere la cittadinanza ci saranno le persone con disabilità, i loro genitori e
familiari, gli associati Anffas, gli operatori, i volontari e tutti coloro che, a vario
titolo, operano in Anffas e collaborano con essa, con l’obiettivo primario di diffondere la cultura della disabilità basata sui diritti umani e portando la collettività a contatto
con una realtà che è molto distante da quella stereotipata che stigmatizza le persone con
disabilità intellettiva e/o relazionale e che le vede, sbagliando, solo come pesi.
Con Anffas Open Day, infatti, Anffas Tutta vuole ancora una volta contrastare cliché,
pregiudizi e discriminazioni che purtroppo continuano a circondare le persone con disabilità,
in particolare con disabilità intellettive e del neurosviluppo, coinvolgendo la collettività nella
costruzione di una società pienamente inclusiva e basata anche sul concetto e sulla cultura
dell’autorappresentanza.
Con rinnovato entusiasmo e determinazione, quindi, Anffas Tutta si prepara al 28 marzo 2019
per “aprire le porte all’inclusione sociale” e rendere evidente che, con i giusti sostegni le
persone con disabilità possono raggiungere grandi traguardi, spesso ritenuti impossibili e
possono prendere le decisioni che le riguardano. Traguardi raggiunti anche grazie ad un
costante e prezioso lavoro quotidiano realizzato nelle strutture associative Anffas, che
mettendo al centro le persone con disabilità, le vedono sempre più impegnate in prima
persona, su temi quali la cittadinanza attiva, il linguaggio facile da leggere, l’autonomia,
l’autodeterminazione, l’autorappresentanza e il diritto di decidere. Tanti quindi gli obiettivi
raggiunti ma tante le cose ancora da fare!
Anffas invita quindi tutti i cittadini a partecipare a questa grande festa, a conoscere
l’Associazione, le famiglie e gli amici che la compongono e le tante attività e iniziative che ogni
giorno vengono realizzate per promuovere un futuro in cui nessuno sia più discriminato a
causa della disabilità e in cui vengano garantiti a tutti pari opportunità e piena inclusione
sociale!

 

Qui è possibile leggere tutte le iniziative previste dalle Associazioni sul territorio suddivise per regione (la pagina è in costante aggiornamento).

 

Incontro Anffas Abruzzo sulla Riforma del Terzo Settore

Si è svolto oggi, 15 marzo, l’incontro Anffas di livello regionale incentrato sui temi della Riforma del terzo settore. Nella sede di Pescara, alla presenza di circa 50 persone, tra referenti, leader associativi, tecnici e volontari, afferenti alle 15 Anffas del territorio (associazioni locali, organismo regionale ed enti a marchio) per confrontarsi con il nostro livello nazionale.

Il presidente Roberto Speziale, insieme al direttore generale Emanuela Bertini e al consulente legale, avv. Gianfranco de Robertis, ha chiarito molti aspetti della Riforma, che ci vedrà impegnati nei prossimi mesi a partire dagli adeguamenti degli Statuti. Ma confrontarsi sugli adempimenti e sulle opportunità della Riforma, anche rispetto agli assetti associativi e gestionali attuali, ha portato inevitabilmente ad approfondire aspetti fondamentali della nostra associazione, come la tutela dei diritti, la promozione dell’autodeterminazione e l’autorappresentanza delle persone con disabilità.

Un incontro proficuo per ribadire valori associativi fondamentali e anche per confrontarsi sulle peculiarità, potenzialità e criticità del territorio.

L’occasione infine per complimentarci con il presidente Speziale per il riconoscimento di Cavaliere della Repubblica, ricevuto dalla più alta carica dello Stato.